Notas • Note • Notes
Sabado 19 de Enero 2019

Grazie Cristina

28 Octubre, 2010 | | Tema: ARGOMENTI

Drawing: © 2010 Lucho Luna – All rights reserved
 

Argentina Oggi – Se proprio di qualcosa dovessi ringraziarLa, Presidente dell’Argentina Cristina Kirchner, sarebbe di aver reso via via più semplice sollevare critiche al Suo Governo.

Ultimamente, quando ascolto i Suoi discorsi mi sfiora il sospetto che sia una Sua sosia a pronunciarli, qualcuno che Le fa il verso, magari un comico travestito con uno degli innumerevoli completini che Lei non perde mai l’occasione di sfoggiare… rigorosamente una volta sola.

E se la fisionomia di chi la interpreta non fosse del tutto somigliante, potrebbe sempre coprire le imperfezioni con una buona dose di trucco senza che nessuno se ne accorgesse, visto che anche Lei, come fanno le caricature, è solita abbondare con il cerone.

Nelle Sue dichiarazioni recita la parodia di Se stessa. Le porto un esempio.

È senz’altro condivisibile quanto ha detto il 21 ottobre presentando il “Programma di Istruzione per Lavoratori nel Campo delle Costruzioni” e commentando i pesanti fatti di sangue avvenuti durante una manifestazione sindacale: “Non mi piace vivere in un’Argentina dove si vada a manifestare con bastoni ed armi”.

Per un attimo mi ha fatto pensare di aver finalmente preso le distanze dalle soluzioni armate, visto che le Sue parole erano lontane anni luce dalla filosofia dei Montoneros tra le cui file, se non ha militato attivamente in gioventù, sta militando adesso, considerando il numero di ex-terroristi e delinquenti che occupano incarichi pubblici nel Suo Governo.

Ma poi mi sono ricreduta guardando le immagini di cosa è successo ad Andalgalà nel febbraio scorso, quando la popolazione ha manifestato pacificamente per difendere la propria salute, ma è stata malmenata dalle “forze dell’ordine”.

“Preferisco pagare politicamente mille volte piuttosto ricorrere alla repressione e dover lamentare la morte anche solo di un Argentino” ha detto sempre nel discorso del 21 ottobre alla Casa Rosada.

Grazie al cielo ad Algalà, nonostante negli scontri la polizia avesse sparato contro la gente proiettili di gomma a distanza ravvicinata, non è stato ucciso nessuno, ma Lei ha mai pensato a quante persone soffrono quotidianamente oppure sono morte per conseguenze dovute alle leggi spregiudicate dei Governi Kirchner? Parlo del fatto di aver autorizzato imprese estrattrici straniere a saccheggiare il suolo ed il sottosuolo argentino in cambio di profitti per pochi e disagi per molti.

Gli abitanti del posto non soltanto non ne hanno ricavato beneficio (nonostante le promesse Sue e di Suo marito) ma patiscono e muoiono per esempio a causa dell’inquinamento delle falde acquifere.
E alluvioni e smottamenti? No, non sono manifestazioni della natura impazzita ma il risultato dello sfruttamento senza scrupoli attuato dal Suo governo.

E la serie degli esempi potrebbe continuare con le accuse che Lei muove per screditare i mezzi di stampa, ostentando orgoglio per il comportamento fortemente democratico e di difesa e restituzione dei diritti che il suo Governo ha saputo tenere nonostante tutte le disgrazie che ha dovuto affrontare, ed altro ancora.

Grazie per tanta abbondanza di spunti su cui investigare e facilmente trovare documentazione che provi l’esatto contrario di quanto Lei dice, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Dimenticavo di ringraziarLa in modo particolare per una frivolezza: fa bene ad esibire unghie così lunghe e curate. Rinforzano la Sua immagine. Solo a vederle, sarebbe difficile non attribuirle ad un’arpia. Grazie di cuore.

P.S. – Non ha mai ricevuto un particolare ringraziamento anche da tutti gli avvocati?
Forse Lei ha esercitato poco la professione nel senso classico, anzi qualcuno ha malignamente anche messo in dubbio la Sua laurea; ciò nonostante, il Suo titolo di avvocato ed il Suo spregiudicato modo di governare hanno fatto scuola e dato nuovo slancio a questa categoria forense… Veda l’avv. Julio César Ortiz: ricopre un incarico di prestigio che un tempo era riservato solo a tecnici specialisti. Ma Signora Presidente, diciamo una volta tanto la verità: perché rischiare di dare l’incarico di presidente del progetto San Jorge, per lo sfruttamento del sottosuolo di Mendoza, ad un ingegnere minerario? Sicuramente annegherebbe nel primo dei tanti pantani che circondano questo genere di… affari. Non è vero?

Dolores de La Press ® – © 2010 ElCanillita.info

Nota esclusiva per ElCanillita.info – Tutti i diritti riservati.
Traduzione: SalaStampa.eu. Riproduzione vietata.

Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito in un modo diverso da un link a questa pagina / This material may not be published, broadcast, rewritten or otherwise distributed, except by linking to a page on this site.

ElCanillita.info     ↑ Tornare all’inizio

Palabras Clave: